30 novembre 2009

27 novembre 2009

Inglesi zozzoni

Sono piena di pregiudizi, lo so. Sapere che lo so mi sembra già un buon punto d'inizio... Beh perché voi non li avete?


Che so io... se vi dico francesi: voi non pensate che hanno la puzza sotto il naso e se la tirano? (oltre che non hanno il bidet cosa di cui non mi capacito e non mi capaciterò mai). oppure gli spagnoli me li immagino tutti caciaroni o i tedeschi a mangiare roba cattiva e precisini fino allo sfinimento (anche se poi Erbetta mi ha spiegato che sanno essere anche abbastanza estrosi).


Ma se vi dico inglesi... cosa vi viene in mente? a me in primis la Queen Elizabeth con i suoi capellini, cambio della guardia e tutte quelle robe lì.






poi ci metto lo storico inviato della RAI Antonio Caprarica che per la maggior parte della volte dava notizie inutili di tutti i tipi, ma con quel sorrisino proprio da humor inglese. cioè quell'humor che non fa esattamente ridere, almeno a me.
E poi per terza cosa che sono zozzi, sporchi, non hanno idea di cosa sia la pulizia.
Solo che prima di sabato scorso non riuscivo a quantificare quanto fossero lerci, poi ho visto a TvTalk uno spezzone di un programma inglese che si chiama How clean is your house?.

Praticamente è un reality in cui le telecamere entrano in casa degli inglesi e le rimettono in ordine e soprattutto le puliscono.
Una cosa che mi ha colpito un sacco è che Barbra Serra abbia detto che nei supermercati inglesi ci sono più deodoranti per le tende che detersivi per lavarli... vi rendete conto? questi non lavano le tende, ma le profumano/coprono la puzza!

e se mi schifo io che non sono una fanatica della pulizia tanto meno dell'ordine, tanto che quando i miei vanno via in vacanza non seguo esattamente alla lettera i consigli della mamma e per una settimana vivo così come viene e uso tutti i servizi di piatti pur di non lavarli...
ma vi giuro che non pensavo si potesse vivere così come in una discarica.

Giudicate voi.






24 novembre 2009

Ragù di seitan



Ho messo insieme un po' di ricette trovate su vari blog e ho creato la mia personalissima ricetta del ragù al seitan.

Piccola nota: il seitan è roba da vegetariani ed è una delle cose che più mi piacciono. è un prodotto altamente proteico che deriva dal glutine del grano, e se volete saperne di più leggete QUI.
INGREDIENTI X 2 PERSONE:
  • 2 carote
  • un po' di sedano
  • una foglia di alloro
  • 2 cucchiai d'olio
  • una mezza cipolla
  • 200 gr di passata
PREPARAZIONE:
  • Preparare un trito con carote sedano e cipolla per farne un soffritto.
  • Nel mentre che soffrigge dovete tritare il seitan. io l'ho passato nel mixer ma c'è chi dice che è buono anche tritato a pezzetti più grossi!
  • Aggiungere la passata e la foglia di alloro.

In una mezzoretta dovreste aver pronto il vostro ragù... se per caso passasse di qui qualche esperto e volesse dare dei suggerimenti sono ben accetti! :)

23 novembre 2009

Campanello



Se l'altr'anno mia sorella vedendomi tossire e sputare i polmoni aveva avuto l'immagine poetica di me come un piccione, quest'anno ha scelto di essere più propositiva.
Fra: -Sai che dovresti fare? mettiti un campanello al collo come i lebbrosi! così noi sappiamo che passi e ci scostiamo.

Fenomeni



Ieri sera sono andata a sentire Crozza. Beh mi sono divertita un sacco, anche se parecchie cose le avevo già sentite a Ballarò o a CrozzaItalia.

Spenderei però due paroline sull'insolita formazione con cui mi ci sono recata: mamma papà e nonna. Mia sorella che è bionda gnocca e senza testa (scherzo non è poi così vero!) ha fatto che dire che piuttosto che stare fra noi comunisti a parlare di politica preferiva stare a casa.
Mia mamma che tra l'altro non è neanche proprio il tipo da comico-dipendenza ha fatto il diavolo a quattro finché non abbiamo deciso di andare. e ancora non me ne capacito!
Mio papà è un orso e avrebbe preferito restare a casa a guardarsi la partita ma ormai mia mamma gli aveva rotto troppo le scatole, quindi alla fine ha ceduto e salutato la Juve.
E poi c'è mia nonna che ha 83 anni compiuti e, bisogna dirlo, è la più mondana di tutta la famiglia.
Di sicuro sarà stata la più anziana presente in sala e se dire che è quella che rideva di più forse è esagerato, di sicuro si è divertita un sacco.
Tanto per farvi un esempio: ieri pomeriggio. Noi quattro più l'altra nonna chiusi in casa. io&papà siamo poi andati a Messa a Belmonte alle 4,30, che saremmo pure arrivati in anticipo di 5 minuti se non fosse che ci eravamo scordati che ormai c'è l'orario invernale e la Messa era quasi metà.
E al nonna dov'era? Alla sagra del cavolo verza con due amiche in un paese neanche vicinissimo: quindi con 83 anni ieri si è fatta sagra e mercatini al freddo, cena in 20 minuti e poi è salita in macchina per vedersi Crozza.
Beh se non è un fenomeno lei! ^____^

18 novembre 2009

...e invece no!

Ieri sera sarei dovuta andare al concerto della Pausini, di nuovo!
Avrei voluto scriverlo nel post di ieri, ma era tutto segretissimo perché era uno dei regali a sorpresa per la laurea di Lerch.

Avevamo organizzato tutto nei minimi dettagli con Bart: abbiamo invitato Lerch a casa di Bart per una presunta merenda mentre io ero dal dentista per cui proprio non potevo andare con lei al concerto! Poi le abbiamo dato una scatola contenente panino, merendina, mandarino, succo ace e biglietto... io spuntavo nella cucina di Bart e le dicevo "Lerch andiamo a Torino al concerto, guido io!"... in verità si andava solo in un altro paese dove ci passava a prendere un'altra ragazza.
E invece no!!!

Simona cinque minuti che iniziasse tutta la scenetta mi ha scritto: "Laura è malata... concerto rimandato!"

Che fare? Beh abbiamo fatto tutta la scenetta per farla esaltare per bene e poi le abbiamo detto -sì però Lerch non andiamo... concerto rimandato al 9 dicembre!

ci è voluto un attimino per convincerla che non era uno scherzo...

Siamo rimaste un po' deluse ma pazienza... è solo rimandata! però sto piccione proprio su torino doveva scagazzare?

17 novembre 2009

:)


Andando per metafore...

vi ricordate quando vi dicevo che me ne stavo sdraiata su un prato verde ad aspettare che piovesse, possibilmente la manna dal cielo?

Poi in versione lugubre dopo l'esame avevo deciso di aspettarla direttamente dentro una fossa con Frankestein Junior e Igor.

Fuori dalla fossa però non mi attendeva il temporalone ma Bart... e sembra che il sole stia continuando a sorridermi!


Finalmente ho un relatore!!!


certo, avrei già dovuto averlo sei mesi fa... ma questi son dettagli! ora sono solo tanto felice :)

14 novembre 2009

Poteva piovere


Dopo la disfatta di ieri mattina (di cui si sapranno gli esiti solo venerdì prossimo) il mio humor era sottoterra (lo specifico se per caso non si fosse notato).
Fortunatamente avevo già organizzato con Bart il nostro pranzetto quasi annuale: dal kebabbaro. Ovvio che lei si ingozza di kebab e io di falafel con tanta cipolla che sto ancora digerendo.
Era tanto che non passavamo un po' di tempo insieme e ci siamo proprio divertite...
Dopo un'attesa infinita al negozio della vodafone ci siamo pure concesse un giretto veloce veloce in via Roma e da H&M. Per me H&M ha una significato strano: la prima volta che ne ho sentito parlare ero in poco più di una baracca a Buenos Aires dalLaStefy e Chiara. Ne erano entusiaste, io ci sono andata solo 3/4volte ma non sono mai riuscita a comprare nulla. come dicevo ieri con Bart, c'è roba carina ma niente che poi proprio comprerei.
Ci siamo ancora fatte un gelato lei e io uno yoyogurt e poi ci siamo prese il pullmino e abbiamo continuato la nostra ciacola fino a casa.
Sono arrivata a casa raggiante!
Ma le belle sorprese non erano finite ancora!

Dopo cena mi ha telefonato un vecchio amico del liceo per invitarmi al matrimonio con il suo compagno a Londra... ora vediamo se riesco ad andare, ma son tanto tanto contenta per lui!

13 novembre 2009

Oggi

Per descrivere la mia situazione universitaria attuale:
già è bloccata di suo, cioè di mio, potrebbe giusto andare male l'esame di oggi... e infatti!

09 novembre 2009

Robe di donna

Dovete sapere che io e LaIre abbiamo in comune più o meno in comune 4850 cose, come direbbe qualcuno che le garba assai.
Tra queste cose c'è pure la passione per la coop e quindi ogni tanto ci troviamo su facebook a commentare i suoi prodotti... roba da casalinghe disperate potrebbe pensare qualcuno malignamente!
C'è però una cosa che divide me e LaIre e ci rende due Tonne diverse: entrambe siamo fedelissime alla nostra marca di assorbenti. Entrambe siamo state tentate dal cambiarla almeno una volta però: io ho comprato i Lines per verificare se era vero che c'erano scritte tutte quelle cretinate come avevo letto sul blog di qualcuna e lei perchè avrebbe voluto comprare la Nuvette.
Bene, da ieri io sono una Tonna nuova: ho tradito la Nuvenia e non per la Lines sta volta ma per gli assorbenti coop.
Posso dirvi, gentil donzelle alla lettura, che sono comodi funzionano normalmente come quelli di marca ma soprattutto non fanno pubblicità idiote come questa ...


se non avete mai visto questo video vi consiglio di guardarlo che a me fa morir dal ridere!!!!

07 novembre 2009

Un bacio appassionato

Nell'esame terribile che ho dato a luglio c'era un argomento a scelta da portare: si doveva partire da un film che lei aveva consigliato, quasi tutti sui temi dell'integrazione, per poi collegarsi a temi trattati durante il corso e iniziare a farsi massacrare.
Per quell'esame io mi ero guardata East is east, e siccome mi era piaciuto un sacco mi son detta che per il mio giovedì sera televisivamente scadente mi son guardata Un bacio appassionato di Ken Loach. e pure questo mi è piaciuto tanto, mi sa che dovrò attingere ancora alla lista di quella simpatica donna che, bisogna ammetterlo, è simpatica con un cavolino di Bruxelles però è molto preparata.
Beh per giovedì prossimo ci sarebbe Shreck Terzo in tv, che ho visto in spagnolo ma mi sarebbe piaciuto rivedere in italiano. Peccato che l'unico giovedì in cui c'è un film che mi piace sia la sera prima dell'ultimo esame...
Se il giovedì dopo però non ci sarà nulla potrò sfruttare le doti del nuovo decoder che ha comprato ieri mio papà (ce ne mancava ancora uno): l'ha pagato meno degli altri ma ha anche una porta usb... così potrò vedermi i film in tv cucina... che bello!

05 novembre 2009

il giovedì sera

Complice il fatto che il giovedì sera non c'è mai nulla che mi interessi in tv ho deciso di rimpolpare un po' la mia cultura cinematografica... che detto fra noi fa alquanto schifo. Anche perché dopo aver visto un film anche per decine di volte io lo rimuovo, a differenza di mia sorella che cita a memoria pezzettoni di film visti 2 volte.




Giovedì scorso ho guardato Il favoloso mondo di Amelie, carino anche se decisamente francese per i miei gusti. che i francesi mi lascino piena di dubbi amletici non è una novità, ma la visione di questo film mi ha veramente spalancato una finestra sul mondo. Quando Muny&Capo me lo dissero la prima volta che ero andata con loro in Francia credevo mi prendessero in giro e per 7 lunghi anni fino a 7 giorni fa son stata convinta che fosse una bufala: le cabine telefoniche francesi suonano!!
Sì, uno da una cabina non solo può chiamare ma può farsi telefonare.... questi francesi mi lasciano sempre basita.




Ma siccome la mia cultura cinematografica fa veramente acqua da tutte le parti devo confessarvi che due settimane fa per la prima volta in vita mia ho guardato Pretty Woman. Dai, chiudete la mandibola a penzoloni che mi imbarazzo! Lo so, sono cosciente che ero rimasta uno dei pochi esemplari sulla terra a non averlo mai visto, tanto più che la mia passione per il bel Richard è ben nota. Beh dopo averlo visto con gli occhi a cuoricino e cercando di non sbavare sulla tastiera ho capito perché questo film piace così tanto: lui è bello bello bello e pure il film è una favola che allarga il cuore alle inguaribili romantiche, soprattutto se sono principesse come la sottoscritta!






02 novembre 2009

Cara Federica

Cara Federica dirò come soffro
perché c' è dato tanto soffrire,
perché vediamo tagliare dalla terra
le nostre spighe migliori
anch' io ero una spiga che cresceva nei campi,
credi Federica
i poeti non sono seminati da alcuno
li porta il vento della primavera.
Oggi per la mia donna è un giorno di libertà
ma per noi prigionieri dell' arte
è un altro giorno di prigionia.
Non sono felice della mia morte
carissima Federica
eppure me ne dovrò andare
dopo aver perso la fede che era nei cuori dei miei amici.
Alda Merini